BBC Radio

J: Alla soglia dei miei 60 anni mi scontro disperatamente con nomi, date, dove ho messo le chiavi della mia macchina, dove sono salito al piano superiore, se ho già mangiato il mio pasto principale. Ma potrebbe non essere cosi secondo Gianni Golfera. Dicono che abbia la memoria migliore al mondo, ed è capace di ricordare tutte parole di centinaia di libri, che cosa ha mangiato un mercoledi sera di 9 anni fa e i soprannomi di tutti agli alunni di Grange Hill (serie televisiva britinnica per teenagers) da Tucker a Laxo. E’ un dono con il quale è nato o una tecnica che tutti possono imparare? E’ venuto in studio ieri durante una breve visita nel Regno Unito. Gli ho chiesto della storia della sua memoria fenomenale.

Gianni: Ricordo moltissime situazioni vissute nel passato, se ho incontrato qualcuno posso ricordare dove l’ho incontrato, tutto quello che mi ha detto, la situazione, le esatte parole che ha pronunciato, quasi tutto perché ricordo l’emozione che mi ha coinvolto.

J: Si tratta di una caratteristica di famiglia, è qualcosa che hai solo tu o anche altre persone nella tua famiglia hanno una buona memoria, anche tu hai una buona memoria.

Gianni: Mio padre aveva una buona memoria e anche mio nonno, quindi avevamo una buona memoria in famiglia e la mia è migliore perché l’ho allenata, ci ho lavorato e ho sviluppato un sistema, un Metodo per aiutare altre persone a ricordare molto di più.

J: Ci sono due tesi: da un lato c’è un sistema dall’altro, hai parlato di emozioni, trovi che se puoi ricordare la situazione emozionale puoi anche ricordare il dettaglio?

Gianni: Decisamente, il sistema di memorizzaione e le emozioni sono la stessa cosa perchè il mio sistema si basa sulla memoria emotiva. Ti do qualche spiegazione per farti capire meglio. Ad esempio ricordi il tuo primo bacio, fondamentalmente la maggior parte delle persone ricorda il primo bacio, ma se vuoi ricordare qualche nome sarebbe facilissimo ricordare il nome di una persona con lo stesso nome di tua madre per esempio, perchè sei coinvolto emotivamente. Invece quando vuoi ricordare il nome di una persona nuova, o il cognome, ad esempio il mio cognome: “Golfera” devi creare un associazione per collegare il cognome “Golfera” attraverso l’assonanza, come per esempio associare Golfera al gioco del golf. A questo punto colleghi l’emozione di quando eri bambino e giocavi a Golf immaginando una situazione strana come ad esempio giocare a Golf insieme a me. Così facendo acquisisci il nome con un metodo diverso, attivando una più vasta area cerebrale nel tuo cervello attraverso l’associazione del gioco del golf. Bastano un paio di secondi per creare questa associazione e poi quando per la prima volta mi chiami per nome usando l’associazione, utilizzando il mio nome non hai più bisogno dell’associazione e sarai capace di ricordare per sempre il cognome Golfera.

J: quindi alla fine l’immagine che ho di giocare a golf in un lontano passato sparirà dalla mia memoria invece di essere ricordata?

Gianni: Si

J: Perché questo Metodo è cosi diverso dal modo con cui di solito ricordiamo le cose?

Gianni: Il segreto è tutto nel nostro cervello, ora ti spiego perchè: In qualità di esseri umani pensiamo di essere creature razionali ma non lo siamo, perchè la parte logica del nostro cervello è solamente il 39% situato nella corteccia frontale mentre il 61% è emozionale. Il modo con il quale impariamo è emozionale, non logico se ad esempio provassi a ricordare il mio nome ripetendolo mentalmente come ad esempio ripetendoti: “Gianni, Gianni, Gianni” non ci riusciresti, quindi preferisco suggerirti di pensare a John, il cui nome è molto simile al nome Gianni. A questo punto immagini il tuo amico John che ti presenta a me e a questo punto avrai creato un’associazione emozionale tra il tuo amico John e me. Questo è il modo migliore per dare un informazione al tuo cervello e aquisire questa informazione con una qualità superiore. Questa qualità superiore ti offre la possibilità di acquisire informazioni in modo più veloce e di ricordarla per sempre.

J: sei in questo (ambito) da molti anni, Gianni, quant’è buona la tua memoria, cioè quali sono i limiti che pensi di poter padroneggiare con la tua memoria?

Gianni: Il vero senso del mio lavoro è questo: Se hai un Metodo puoi migliorare la tua memoria, chiunque può migliorare la propria memoria perché chiunque ha un grandissimo potenziale, naturalmente anche io posso dimenticare qualcosa se non la imparo nel modo corretto, se non uso il Metodo sono come tutte le altre persone

J: perdi le chiavi della tua macchina?

Gianni: Qualche volta! Può succedere! Fondamentalmente il mio consiglio personale è: mantieni interesse nelle cose, vai al cinema, vai al museo, usa la tua mente, impara una nuova lingua e soprattutto usa la tua memoria per cose interessanti per te, naturalmente non serve usare la memoria per cose stupide, quindi se devi ad esempio imparare il Portoghese imparalo perché questo apprendimento aiuta il tuo cervello a rimanere sano esattamente come fare attività fisica mantiene il tuo corpo in salute. Quasi tutti pensano al loro corpo ma quasi tutti si dimenticano del proprio cervello. La mente e il corpo sono fortemente correlati e anche il cervello ha bisogno di cibo e in questo caso il cervello ha bisogno di informazioni sempre nuove come ad esempio andare in un museo, fare vacanze in posti diversi, conoscere nuove persone, parlare con le persone, fondamentalmente usare il cervello, continuate ad usarlo.

J: Gianni Golfera, grazie!

COME APPRENDERE MEGLIO E PIÙ VELOCEMENTE

Utilizzando l'unico Metodo riconosciuto dalla scienza

Whatsapp